Tu sei qui: Home Sezioni Dipartimento Personale Docenti Barbara Di Credico

Barbara Di Credico

Ricercatore

Via Roberto Cozzi, 55
tel.: 0264485023
Riceve previo appuntamento.
e-mail: barbara.dicredico@unimib.it

Curriculum Vitae

Barbara Di Credico ha conseguito la laurea in Chimica nel 2001 presso l'Università "La Sapienza" di Roma. Nei primi anni della sua formazione, ha acquisito specifica esperienza nel campo della chimica organo-metallica. Dopo aver conseguito la laurea, ha lavorato nel gruppo della Prof.ssa M. Figueredo Galimany presso l’ Università Autònoma di Barcellona, in quanto vincitrice di una borsa per corsi di perfezionamento all’estero dell’ Università “La Sapienza” of Roma (2002). Nel 2005, ha conseguito, presso l’Università di Firenze, il titolo di master di II livello in Metodologie di Sintesi in Chimica, durante il quale ha svolto un tirocinio presso il Dipartimento Medicinal Chemistry dell’Istituto “IRBM” di Roma, parte del gruppo Merck. Nel 2005/2006, ha ottenuto una borsa di studio, sponsorizzata da Glaxo Smith Kline-Verona. Nel 2009, ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze Chimiche presso l'Università di Firenze. Successivamente, presso l'Istituto di Chimica dei Composti OrganoMetallici (ICCOM-CNR) ha svolto attività di ricerca sulla sintesi di Metal-Organic Frameworks MOF e di sistemi ibridi organici-inorganici. In seguito ha svolto attività di ricerca presso il Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica “Giulio Natta” del Politecnico di Milano (2011-2013) occupandosi di materiali nanostrutturati self-sensing e smart materials. Da Luglio 2013 a Febbraio 2015, Barbara Di Credico si è occupata, presso l'Università degli Studi di Milano Bicocca, di sintesi e caratterizzazione di materiali per l'energia e sintesi di filler inorganici, con morfologia controllata, per nanocompositi elastomerici.

Da marzo 2015, Barbara Di Credico è entrata in servizio come ricercatore del raggruppamento scientifico disciplinare CHIM 03, con il compito di coordinare le attività dei dottorandi CORIMAV (il Consorzio per la Ricerca sui Materiali Avanzati istituito tra l'Università degli Studi di Milano Bicocca e l'azienda PIRELLI). La sua tematica di ricerca verte sullo studio di materiali inorganici da impiegarsi come filler e attivatori di vulcanizzazione nelle mescole per applicazioni tyre.

La Dott.ssa Di Credico è autrice e co-autrice di 17 peer-reviewed papers, e di più di 30 comunicazioni o poster a congressi nazionali ed internazionali. Svolge l'attività di peer-reviewer per diversi giornali scientifici internazionali (Dalton Transactions, Materials Chemistry and Physics, ACS Applied Materials and Interfaces).

Ha partecipato a 7 progetti finanziati, tra cui 3 progetti bilaterali (con Spagna, Russia e Francia). E 'stata membro del comitato organizzatore di 4 congressi internazionali ed è stata membro del Consiglio Direttivo della Società Chimica Italiana (sezione Toscana)

I suoi interessi scientifici riguardano la sintesi e caratterizzazione di ossidi nanostrutturati e materiali ibridi organici-inorganici per applicazioni in fotocatalisi e design e sviluppo di compositi per applicazioni tyre.

Didattica

-Laboratorio di Chimica Generale, Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Chimiche

- Laboratorio di Chimica Inorganica I,  Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Chimiche

Attività di Ricerca

L’attività di ricerca riguarda la sintesi la sintesi, la caratterizzazione spettroscopica e lo studio funzionale di ossidi metallici con struttura e morfologia controllata e di materiali ibridi organici-inorganici e della loro interfaccia.

Le linee di ricerca attuali sono:

Ossidi nano strutturati e materiali ibridi organici-inorganici per applicazioni foto catalitiche

La ricerca è focalizzata sulla sintesi mediante metodi soft chemistry di nanocristalli di ossidi (TiO2, ZnO, WO3) di forma controllata, eterostrutture e materiali ibridi organici-inorganici e sullo studio dei meccanismi di reazione fotocatalitici mediante tecniche spettroscopiche e spettromagnetiche. L’attività fotocatalitica è messa in relazione con la stabilità dei portatori di carica e con le facce esposte dei nanocristalli.

I nanocristalli di ossido con polimorfismo controllato, morfologia definita e superfici specifiche esposte sono in grado di fornire siti selettivi per la fotoossidazione (cioè la degradazione di sostanze organiche e microinquinanti farmaceutici) e per la fotoriduzione (produzione di H2 e fotoconversione di CO2 in combustibili rinnovabili).

Queste caratteristiche sono utilizzate per sviluppare materiali innovativi ibridi organici-inorganici che combinano le proprietà fotocatalitiche intrinseche degli ossidi con la capacità di una matrice porosa, come ad esempio SiO2 o i Metal Organic Framework, MOF, al fine di mediare l'assorbimento di sostanze inquinanti sulla superficie dell'ossido e generare contemporaneamente un “reattore” intorno ai siti catalitici, dove la degradazione può essere controllata e migliorata. Questi materiali possono essere impiegati in piccoli impianti fotocatalitici per il trattamento delle acque.

Filler inorganici di forma controllata per la produzione di nanocompositi di gomma per autotrazione

L’addizione di filler di silice alla gomma ha un grande effetto sulle proprietà di rinforzo meccanico dei nano compositi della gomma. La ricerca è focalizzata sulla sintesi di particelle di silice di forma isotropica/anisotropia definita, funzionalizzate superficialmente con gruppi in grado di interagire chimicamente e fisicamente con il polimero. Differenti metodi sol-gel acquoso e non acquoso, anche in presenza di tensioattivi come agenti che indirizzano la crescita della particella, sono utilizzate per la preparazione in situ ed ex-situ di particelle di silice utilizzate come filler nei nanocompositi silice/gomma. Lo scopo è correlare le caratteristiche superficiali e morfologiche delle nanoparticelle con la dispersione del filler, la formazione del network di particelle, le interazioni filler-filler e filler-rubber responsabili del rinforzo e delle proprietà meccaniche del composito.

Apparecchiature:

  • Laboratorio chimico convenzionale equipaggiato per la sintesi dei precursori dei materiali, i trattamenti termici in atmosfera controllata, la preparazione di campioni per l’analisi spettroscopica, le reazioni e i trattamenti ad alta pressione;
  • Analizzatore di Carbonio Organico Totale (TOC) Shimadzu TOC-V CSH per campioni liquidi e gassosi;
  • Analizzatore di chemiluminescenza di NOx Sartec E200;
  • Analizzatore di area superficiale e di misura dei pori Autosorb-1-MP Quantachrome Instrument, per misure di micropori;
  • Laboratorio di spettroscopia;
  • Spettrometro di Risonanza Paramagnetica Elettronica (EPP) Brucker EMX, in banda X e Q, equipaggiato con un controllo di temperatura 4 -500 K, una rampa gas/vuoto per i trattamenti in-situ dei campioni ed un sistema per l’irraggiamento UV/Vis in cavità;
  • Spettroscopia di assorbimento elettronica e vibrazionale convenzionale (UV-Vis, IR, Raman micro-Raman).

Principali pubblicazioni

  1. Di Credico, B.; D’Arienzo, M.; Fumagalli, D.; Redaelli, M.; Scotti, R.; Morazzoni, F. “Efficacy of the Reactive Oxygen Species Generated by Immobilized TiO2 in the Photocatalytic Degradation of Diclofenac.” International Journal of Photoenergy 2015
  2. D'Arienzo, M.; Dozzi, M.V.; Redaelli, M.; Di Credico, B.; Morazzoni, F.; Scotti, R.; Polizzi, S. “Crystal Surfaces and Fate of Photogenerated Defects in Shape Controlled Anatase Nanocrystals: Drawing Useful Relations to Improve the H2 Yield in Methanol Photosteam Reforming”. Journal of Physical Chemistry  2015, 119, 12385–12393
  3. Susanna, A.; Armelao, L.; Callone, E.; Dirè, S.; D’Arienzo, M; Di Credico, B.; Giannini, L.; Hanel, T.; Morazzoni, F.; Scotti, R. “ZnO Nanoparticles Anchored to Silica Filler. A Curing Accelerator for Isoprene Rubber Composites.” Chemical Engineering Journal 2015, 275, 245-252
  4. Scotti, R.; Tadiello, L.; D'Arienzo, M.; Di Credico, B.; Hanel, T.; Matejka, L.; Mauri, M.; Morazzoni, F.; Simonutti, R.; Spirkova, M. “Filler-Rubber Interface in Styrene Butadiene Nanocomposites with Anisotropic Silica Particles. Morphology and Dynamic Properties.” Soft Matter 2015, 11, 4022-4033
  5. Scotti, R., Conzatti, L.; D’Arienzo, M.; Di Credico, B.; Giannini, L.; Hanel, T.; Stagnaro, P.; Susanna, A.; Tadiello, L.; Morazzoni, F. “Shape controlled spherical (0D) and rod-like (1D) silica nanoparticles in silica/styrene butadiene rubber nanocomposites: Role of the particle morphology on the filler reinforcing effect”, Polymer 2014, 55, 1497-1506
  6. Di Credico, B.; Griffini, G.;  Levi, M.; Turri, S. “Novel UV-screening polyurea-based shells for the microencapsulation of UV-responsive dyes in smart coating applications”, ACS Applied Materials & Interfaces 2013, 5, 6628-6634
  7. Di Credico, B.; Levi, M.; Turri, S. “An efficient method for the output of new self-repairing materials through a reactive isocyanate encapsulation”, European Polymer Journal, 2013, 48, 2467-2476.
  8. Rossin, A.; Di Credico, B.; Giambastiani, G.; Peruzzini, P; Pescitelli, G.; Reginato, G.; Borfecchia, E.; Gianolio, G; Lamberti, C.; Bordiga S. “Synthesis, characterization and CO2 uptake of a chiral Co(II) Metal-Organic Framework containing a thiazolidine-based spacer”, Journal of Materials Chemistry 2012, 22, 10335-10344.
  9. Rossin, A.; Di Credico, B.; Giambastiani, G.; Gonsalvi, L.; Peruzzini, M.; Reginato, G. “Coordination chemistry of thiazole-based ligands: novel generating 3D hydrogen-bonded architectures” European Journal of Inorganic Chemistry 2011, 539-548
  10. Di Credico, B.; Fabrizi de Biani, F.; Gonsalvi, L.; Guerri, A.; Ienco, A.; Laschi, F.; Peruzzini, M.; Reginato, G.; Rossin, A.; Zanello, P. “Cyclopentadienyl Ruthenium(II) Complexes with Bridging Alkynylphosphine Ligands: Synthesis and Electrochemical Studies”, Chem. Eur. J. 2009, 15, 11985–11998
  11. Rossin, A; Ienco, A.; Costantino, F.; Montini, T.; Di Credico, B.; Caporali, M.; Gonsalvi, L.; Fornasiero, P.; Peruzzini, M. “Phase Transitions and CO2 Adsorption Properties of Polymeric Magnesium Formate” Cryst. Growth Des. 2008, 8, 3302–3308