Lunedì, 19 dicembre 2022

Rotori molecolari ultra-veloci con energia di attivazione al di sotto del limite dell’energia termica

I risultati della ricerca pubblicati su Angewandte Chemie - International Edition

dipolar rotor in metal organic frameworks

La fabbricazione di materiali porosi che contengono dipoli ultra-dinamici apre la prospettiva di generare proprietà responsive veloci e selettive rispetto a gas e vapori, con ricadute nel campo della sensoristica e per il rilascio controllato di agenti chimici o farmaci mediante l’applicazione di campi elettrici. Un team del Dipartimento di Scienza dei Materiali dell’Università di Milano-Bicocca guidato dai Proff. Angiolina Comotti e Silvia Bracco, in collaborazione con l’Università di Pavia e l’Accademia delle Scienze di Praga, ha realizzato Metal-organic frameworks (MOFs) di Alluminio che contengono rotori fluorurati caratterizzati da moti correlati iper-veloci persino a 2 K, con un’energia di attivazione di 17 cal/mol al di sotto del limite dell’energia termica, promuovendo la creazione di macchine molecolari con bassa energia di dissipazione.  Uno stimolo chimico come l’adsorbimento di CO2 è in grado di controllare la dinamica collettiva dei dipoli e stimolare i cambiamenti configurazionali rapidi nei cristalli.

I risultati della ricerca sono riportati nell’articolo “Benchmark Dynamics of Dipolar Molecular Rotors in Fluorinated Metal-Organic Frameworks" (DOI: 10.1002/anie.202215893) pubblicato sulla rivista Angewandte Chemie- International Edition (Impact Factor 16.823, Journal Citation Report (Clarivate Analytics, 2021)).